Gravidanza, come prevedere il sesso del bambino

|

Nonostante oggigiorno basta una semplice ecografia per scoprire il sesso del proprio bambino, ci saranno sempre quelle mamme e quei papà che vorranno affidarsi ai ‘trucchetti popolari’ non comprovati dalla scienza per scoprire se aspettano un maschietto o una femminuccia. Alcuni di questi vengono spesso tramandati di generazione in generazione: basterà chiedere alle nostre nonne qualche metodo e sicuramente sapranno rispondervi. Ci sono genitori che vogliono aspettare tutta la durata della gravidanza per riservarsi l’effetto sorpresa. Altri addirittura vorrebbero conoscere il sesso del loro bambino già dopo i primi due mesi di gravidanza. Proprio per questa ragione possiamo affidarci a qualche metodo popolare, seppur non approvato scientificamente, per scoprire se il nostro futuro bebè sarà un piccolino o una piccolina. Oggi vogliamo insegnarvene cinque: scopriamo insieme come fare, alcuni di questi sono davvero bizzarri!

Seguici su alphabetcity.it per rimanere aggiornato su news e contenuti simili

Ecco come puoi prevedere il sesso del tuo bambino durante la gravidanza: prova uno di questi metodi bizzarri e divertenti

Bisogna ammetterlo, alcuni di questi metodi sono davvero bizzarri, ma bisogna dire che, nonostante non siano assolutamente comprovati scientificamente, in molti li hanno provati e si sono rilevati poi veritieri. Per una mamma ed un papà il momento della scoperta del sesso del proprio piccolo è una gioia immensa ed incontenibile e vorrebbero saperlo il prima possibile, mentre per altri, come detto sopra, l’effetto sorpresa è quello preferito per godere fino in fondo dell’attesa. Ma se invece volessimo scoprire ancor prima dell’ecografia il sesso del nascituro? Possiamo farlo con qualche metodo popolare divertente e noi oggi vogliamo insegnarvene cinque. Scopriamo insieme come fare e come metterli in pratica:

– Il metodo del bicarbonato: questa “usanza” è molto semplice e veniva spesso utilizzata dalle nostre nonne. Tutto ciò che bisogna fare è riempire un bicchiere con del bicarbonato di sodio. Aggiungete tre o quattro cucchiai di urina e se farà le bolle aspetterete un bel maschietto! Se invece il bicarbonato non farà alcuna reazione avrete una femminuccia.

– Il metodo del cavolo rosso: questo è forse il metodo più bizzarro per comprovare il sesso del bambino. Tutto ciò che dovrete fare sarà bollire qualche foglia di cavolo rosso, filtrare l’acqua e lasciarla raffreddare completamente. Fate cadere qualche goccia di pipì nell’acqua ed osservate il colore. Se assumerà tonalità violacee sarà un maschietto, mentre se diventerà rosa aspetterete una bella femminuccia!

– Il metodo dell’anello: anche questo veniva spesso utilizzato dalle nostre nonne ed è davvero molto semplice. Infilate un anello d’oro in una catenina abbastanza lunga. Posizionatevi sul letto e poggiate l’anello sulla pancia per poi alzarlo ed osservate l’oscillazione. Se il movimento sarà circolare avrete una femmina, mentre se andrà avanti e indietro sarà un maschietto!

– Occhio alle nausee: anche le nausee in realtà potrebbero farci capire se aspettiamo un maschio o una femmina. Come? Se saranno forti, difficili da gestire e continue significa che aspetterete un maschietto mentre se saranno lievi e poco fastidiose avrete una femminuccia!

– La forma della pancia: questo metodo ancora oggi viene utilizzato per scoprire nell’immediato il sesso del bambino e, bisogna ammetterlo, è uno dei più veritieri. Basterà osservare la forma della pancia dopo il settimo mese. Se sarà rivolta verso il basso con una forma affusolata aspetterete una femmina, mentre se sarà rotonda e uniforme avrete un bel maschietto!

Precedente

Prodotti alimentari importati. Come verificare gli standard?

Corsi di cucina per team building, ecco perché sono vincenti

Successivo

Lascia un commento